5 COSE DA VEDERE A VENEZIA

Oggi raccontiamo in questo articolo una città che non ha bisogno troppo di presentazioni. Venezia è tra le città più belle e visitate in Italia e nel Mondo. I suoi numerosi canali sono la caratteristica che più la contraddistinguono, ma i palazzi storici, i ponti e le gondole sono altre icone che completano la sua bellezza. Ogni angolo nasconde qualcosa e per questo motivo vogliamo fornirvi un breve elenco delle 5 cose da vedere a Venezia, di cui avrete probabilmente già sentito parlare. Seguite i prossimi paragrafi per scoprire quali sono.

Come arrivare

Prima di iniziare, vogliamo fornire alcuni dettagli riguardanti il come raggiungere il capoluogo veneto. I due mezzi consigliati sono sicuramente il treno e la macchina. Eventualmente, per chi abita lontano, può scegliere l’aereo atterrando all’Aeroporto Marco Polo.

Per quanto riguarda il treno, ci sono quelli ad alta velocità  che collegano frequentemente la città, senza dimenticare anche i numerosi Regionali o Intercity.  La comodità del treno è il capolinea della stazione di Venezia Santa Lucia, situata già in pieno centro.

Il discorso macchina è un po’ più complesso per quanto riguarda il parcheggio. Venezia infatti si sviluppa su un’isola principale più grande e una più piccola, quella della Giudecca. Il collegamento da terra è consentito dal Ponte della Libertà, e una volta arrivati si trovano alcuni parcheggi. Lasciare la macchina anche solo per una giornata però non è del tutto economico.

Valutate quale sia il mezzo più conveniente e se scegliere in base al lato economico o alla comodità.

Un giro lungo i canali

Una volta lasciata la vostra macchina o se invece siete giunti in treno, partite a visitare le 5 cose da vedere a Venezia attraverso i bellissimi canali. Lasciatevi trasportare soprattutto dal Canal Grande, ovvero quello principale.

Da qui potete decidere di attraversare uno dei tanti ponti che collegano la zona centrale con le numerose calle, le tipiche stradine  che si incrociano l’una con l’altra.

E’ possibile navigarli in due modi: con i più moderni vaporetti oppure con le classiche gondole. I primi sono delle imbarcazioni a motore che permettono i collegamenti con le altre isolette. Le gondole invece sono uno dei simboli, se non il simbolo principale della città. La forma attuale risale al periodo che va dal 1600 al 1700. Sono decorate, eleganti ed hanno una forma molto particolare. Il gondoliere deve essere abile nel guidarla e dotato di grande senso dell’equilibrio.

Purtroppo il giro in gondola è diventato, nel corso degli anni, un po’ una trappola per turisti. I prezzi sono molto alti, partono dagli 80 euro per un giro di mezz’ora. Ovviamente è un’esperienza suggestiva che molte persone non si fanno sfuggire.

Dal nostro punto di vista non è necessario prendere a tutti i costi la gondola perché anche solo passeggiare lungo il bordo dei canali, permette di goderseli in tutta la loro bellezza.

5 luoghi da vedere a Venezia. I canali
Uno dei tanti canali

Il Ponte di Rialto

Giungiamo di fronte al ponte più rinomato e caratteristico di Venezia. Il Ponte di Rialto è, oltre che un punto di attraversamento, una vera e propria opera di architettura.

E’ costruito interamente in pietra e risalendo a fine 1500, si colloca come ponte più antico della città. E’ costituito da una serie di arcate e all’interno si collocano delle botteghe artigiane.

Si possono osservare anche diverse raffigurazioni tra cui quelle di San Marco, San Teodoro e l’Angelo Gabriele.

Il ponte fu realizzato dall’architetto Antonio Da Ponte, nonostante furono presentati progetti da artisti più famosi come Andrea Palladio o il Vignola.

5 cose da vedere a Venezia. Ponte di Rialto
Una veduta sul Ponte di Rialto

Piazza San Marco

Senza ombra di dubbio questa è la piazza più famosa di Venezia nonché il punto nevralgico della città. Ogni anno milioni di turisti si riversano qui per ammirare la sua grandezza e i suoi edifici.

Nella zona più ampia, circondata da un perimetro di porticati, troviamo la Basilica di San Marco e il Campanile. Questi sono gli elementi più famosi che costituiscono la piazza.

Proseguendo il cammino si arriva in un’altra area che prende il nome di Piazzetta San Marco. Qui si trovano il Palazzo Ducale e la statua del famoso Leone Alato, simbolo della città, della sua antica Repubblica ma anche della Provincia e della Regione Veneto.

5 cose da vedere a Venezia. Piazza San Marco
Piazza San Marco

Basilica di San Marco

Permetteteci un approfondimento a parte per la Basilica della città. Questa è stata per anni il simbolo della Serenissima, la gloriosa Repubblica di Venezia, ma anche il più importante edificio religioso.

Il suo stile architettonico è un mix romanico, bizantino e gotico e colpisce soprattutto per la sua incredibile complessità. La copertura è composta da cinque cupole e ricorda molto edifici orientali come ad esempio la Basilica di Santa Sofia a Istanbul.

La facciata principale è altrettanto particolare ed elaborata con mosaici, bassorilievi, archi e timpani. A completare il tutto non poteva mancare il Leone Alato.

Il Campanile è l’elemento di spicco, prima di tutto per la sua altezza di 98 metri. A differenza della complessità architettonica della Basilica, la sua struttura è molto semplice. Si compone di mattoni e termina con una cella campanaria ad archi e all’estremità da una copertura a cuspide. Questa basilica entra di diritto non solo nelle 5 cose da vedere a Venezia, ma anche tra le più importanti da vedere in Italia.

Il Ponte dei Sospiri

Da Piazza San Marco giriamo sulla sinistra e proseguendo per pochi metri ci troviamo sopra il Ponte dei Sospiri. Possiamo quasi metterlo alla pari, per importanza, con il Ponte di Rialto.

Il materiale utilizzato per la realizzazione è la pietra d’Istria, mentre lo stile architettonico è barocco.

La caratteristica principale è il collegamento che il ponte permette tra il Palazzo Ducale e le Prigioni Nuove. Veniva utilizzato per far attraversare i prigionieri quando dovevano essere giudicati davanti all’Inquisizione di Stato. Prende il nome di Sospiri perché si diceva che i prigionieri, attraversando il ponte, sospirassero al pensiero che quella, poteva essere l’ultima volta che vedevano il mondo esterno. Il ponte è coperto e chiuso anche ai bordi esterni. Gli unici spiragli erano due finestrelle decorate ai lati.

Tantissimi turisti si riversano su un altro ponte di fronte ad esso per scattare foto e spesso il passaggio è molto difficoltoso.

5 cose da vedere a Venezia. Il Ponte dei Sospiri
Il Ponte dei Sospiri

Conclusioni finali

Si conclude questo articolo sulle 5 cose da vedere a Venezia. Questa città, a nostro modesto parere, è una delle più particolari d’Italia ma anche del mondo. Non è un caso se viene accostata anche a città di altri Paesi , come ad esempio Amsterdam, considerata la Venezia del Nord Europa.

Oppure ci viene in mente Las Vegas con il The Venetian, uno degli hotel e casinò più importanti, riprodotto come se ci si trovasse davvero a Venezia.

Abbiamo raccontato un’altra meraviglia della nostra Italia, focalizzandoci sulle principali attrazioni. Non esitate a visitare questa città perché è in grado di trasmettere emozioni a chiunque, dalle coppie, ai giovani e alle famiglie.

Noi vi salutiamo e come al solito vi invitiamo a leggere i nostri articoli precedenti, aspettando ovviamente il prossimo!

Lascia un commento