COSA VEDERE A BARCELLONA IN 4 GIORNI

Introduzione alla città

Andiamo insieme alla scoperta di Barcellona. Ammiriamo incantati la città che il famosissimo architetto catalano Antoni Gaudì ha arricchito con opere invidiate da ogni parte del mondo.

Barcellona è una delle principali metropoli della Spagna ma anche di tutta Europa. Sono presenti varie zone da visitare con differenti attrazioni. Per questo motivo il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di procurarvi, appena arriverete all’aeroporto di El Prat, la Hola Barcelona Travel Card all’interno dell’infopoint aeroportuale. Con 23.80€ potete acquistare quella valida per 72h e con 30.80€ quella da 96h, essa vi permetterà di utilizzare fin da subito tutti i mezzi di trasporto come metro, tram, treni e autobus. Il modo più semplice e rapido per raggiungere il centro è con la linea arancione della metro, parte direttamente dall’aeroporto e ci impiega circa venticinque minuti per arrivare in centro, ovviamente minuto in più minuto in meno a seconda di dove alloggerete.

1° Giorno

Una volta lasciate le valigie nella vostra struttura, iniziate la visita della città partendo da Plaza de Catalunya, la piazza più famosa della città e proseguendo lungo la Rambla che invece è il viale più famoso e conosciuto in tutto il mondo. Potete optare di fermarvi a pranzare nel folcloristico Mercado de la Boqueria, assaggiando “cibo di strada” di ogni tipo. Finita la sosta siete molto vicini al Barrio Gotico, il quartiere storico di Barcellona, dove si trova la sua splendida Cattedrale. Qui si può scegliere di entrare, pagando 7€ il biglietto e salire sul tetto per ammirare la città. Proseguite perdendovi dentro delle piccole stradine del Barrio per sbucare all’interno del Parc de la Ciutadella, un grande parco dove poter passeggiare tranquillamente e fermarvi magari per rilassarvi un po’. Per la sera lungo la Rambla ci sono diversi ristoranti, quasi tutti molto turistici, se vi spostate all’interno del Barrio troverete diversi locali che sono più tipici come le classiche “Taparias” dove gustare le tipiche tapas spagnole. Se siete amanti della vita notturna, potete andare nella zona della Barceloneta che affaccia sul mare, dove ci sono dei locali per poter bere qualcosa.

Particolare dei mosaici di Gaudì all'interno del Park Guell e in secondo piano Barcellona
Plaza de Catalunya sempre affollata a qualsiasi ora del giorno

2° Giorno

Nella mattinata del secondo giorno ci rechiamo a visitare le opere più importanti di Antoni Gaudì, celebre architetto del capoluogo catalano. La Sagrada Familia è il primo edificio da visitare ed è il vero e proprio simbolo di Barcellona, si può raggiungere in metro scendendo alla fermata Sagrada Familia. Attenzione perché per i biglietti vi consigliamo vivamente di acquistarli online prima della partenza, questo perché vi permette di risparmiare qualcosa ma soprattutto di saltare la fila che qui è sempre consistente. Il biglietto adulti costa 20€ circa, poi ci sono delle riduzioni per bambini, ragazzi e over 65. Terminata la visita ci si può spostare a piedi lungo Passeig de Gracia dove troviamo altre due opere importanti, Casa Batllò e Casa Milà-La Pedrera. Il nostro consiglio è di sceglierne una delle due perché l’ingresso non è economico e dovreste spendere circa 60€ per entrambe. Tra le due ci sentiamo di indicarvi Casa Batllò. Come per la Sagrada Familia, il consiglio è di acquistare i biglietti online. Per il pomeriggio il programma è quello di visitare il castello di Montjuic, situato sull’omonimo promontorio e da cui si può godere di una bella vista sul mare e sulla città. Prendiamo la metro e scendiamo a Paral-el. Da qui parte direttamente dall’interno la funicolare che arriva in un piazzale. Da qui si hanno due opzioni per raggiungere il castello in cima: prendere la teleferica (che a nostro parere ha un costo un po’ troppo elevato) 8€ circa a biglietto, oppure scegliere gli autobus che sono frequenti e molto più economici. E’ importante sapere che il castello chiude alle 17.30. Si torna presso l’alloggio e per cena ci sentiamo di consigliarvi una piazza a nostro parere tra le più belle e caratteristiche della città, ovvero Plaza Reial. E’ una piazza dal perimetro rettangolare, ogni lato è costituito da portici e al centro ci sono diversi lampioni e palme che la caratterizzano. Qui potete trovare diversi ristoranti e bar.

cosa vedere a barcellona
L’imponenza della Sagrada Familia

3° Giorno

Il terzo giorno noi consigliamo di andare a visitare in mattinata il Camp Nou, lo stadio che ospita le partite dell’Fc Barcelona. Anche chi non ama particolarmente il calcio può stupirsi facendo il tour dello stadio, attualmente è il più capiente d’Europa. Noi abbiamo acquistato il biglietto online già da casa pagandolo circa 17€. Il tour dura più o meno un’ora e mezza e si visitano: museo, spogliatoi, aree stampa, campo e spalti. Per coloro che non vogliono saperne di visitare lo stadio possiamo consigliare come alternativa la visita all’acquario, si trova nella zona di Port Vell e si può raggiungere in metro scendendo a Barceloneta. Nel pomeriggio non può mancare la visita del Park Guell, il parco simbolo di Gaudì dove oltre le altre opere interne, si può visitare quella che fu la sua casa. Per i biglietti, in questo caso è più semplice, in quanto è possibile trovarli anche il giorno stesso. Lungo la Rambla vederete diversi infopoint dove acquistandoli, concordano l’orario di visita in base alla disponibilità. Il prezzo è di 15€, incluso lo spostamento in bus. Il modo più semplice e veloce per arrivare al parco è il seguente: recatevi in Plaza Catalunya e da li a pochi metri prendete la metro da Urquinaona per scendere ad Alfons X. Da li partono i bus diretti che vanno all’esterno del parco. Da qui potrete godere di altre opere estrose di Gaudì e anche di un favoloso panorama della città. Terminata la visita al parco, che richiede almeno un’ora, si ritorna in struttura per cena. Vi consiglio di visitare la sezione Piatti Tipici per scoprire le specialità che offre Barcellona.

cosa vedere a barcellona

4° Giorno

L’ultimo giorno possiamo visitare al mattino il Luna Park del Tibidabo con la sua cattedrale del Corazon de Jesus. Questa è un’altra zona panoramica da cui godere di una vista ancora più ampia della città e lungo la strada si trovano diverse ville storiche disseminate per la collina. Prendiamo la linea marrone fino al capolinea di Tibidabo. Da li c’è un autobus che arriva fino al piazzale Comte de Sert, dove si può prendere una funicolare che arriva fino in cima al parco divertimenti. Per chi ama passeggiare c’è un percorso abbastanza pendente fino in cima. Finita la visita riprendiamo la linea marrone e scendiamo al capolinea di Catalunya per poi prendere la gialla e scendere a Ciutadella Vila Olimpica. Qui siamo a due passi dalla spiaggia della Barceloneta dove possiamo rilassarci, camminare per il lungomare che ricorda molto quello di Miami e dirigerci verso il Port Olimpic, per godersi gli ultimi momenti di Barcellona prima di tornare a casa.

 

PREZZI DI ATTRAZIONI E TRASPORTI (si considera prezzo adulto):

  • Barcelona Card 72h: 23.70€
  • Barcelona Card 96h: 30.80€
  • Cattedrale: 7€
  • Sagrada Familia: 20€
  • Casa Batllò: 30€
  • Casa Milà-La Pedrera: 27€
  • Teleferica del Montjuic: 8.60€
  • Tour Camp Nou: 17€
  • Park Guell: 15€

Quest è una proposta di itinerario che in quattro giorni vi permette di visitare le principali zone e attrazioni di Barcellona. Ovviamente è personalizzabile a seconda dei propri gusti. Vi invito a visitare anche la sezione Cibo sul nostro Blog, troverete alcuni tra i principali piatti tipici di Barcellona e delle seguenti destinazioni.

Da Chiara e Matteo per ora è tutto!! A presto

Lascia un commento