ITINERARIO IN BICICLETTA AD AMSTERDAM

La città di Amsterdam è considerata la piccola Venezia del nord Europa per i suoi centinaia di canali. E’ una città in fermento e ricca di luoghi caratteristici da visitare. Nel corso degli anni è stata pensata come città a misura d’uomo per questo è stata costruita una rete ciclabile da far invidia in tutto il mondo. Secondo alcune statistiche, nel 2013 sono state contate 1.200.000 biciclette, più della popolazione che conta circa 850.000 abitanti. Il fatto di potersi spostare con questo mezzo permette di vedere molte più cose in poco tempo, noi abbiamo avuto la sfortuna di avere solo un giorno a disposizione, ma non avremmo visto tutte le cose che tra poco vi diremo, senza una bicicletta. Il secondo aspetto positivo è quello di sostenibilità perché si riduce notevolmente lo smog causato da automezzi. Prima di iniziare con l’itinerario, vi consigliamo solo di prestare attenzione al codice stradale mentre sarete in giro con la vostra bicicletta. Si, perché qui è considerata a tutti gli effetti un mezzo, quindi dovete stare attenti a dove si può e dove non si può circolare, ai sensi unici e ai divieti in generale. Se la polizia vi vedesse infrangere anche solo uno degli aspetti del codice stradale, potrebbe farvi una multa.

itinerario in bici ad amsterdam
Uno dei percorsi ciclabili

Dove e come noleggiare una bicicletta

Amsterdam è stracolma di biciclette, pertanto non è difficile trovare un negozio di noleggi in giro per la città. Noi vi consigliamo di partire per esplorare piazza Dam, la principale. Vi consigliamo un noleggio molto vicino alla piazza, si chiama Rent a Bike in Damstraat 20-22, dove abbiamo affittato le nostre. Per un giorno ci hanno chiesto 7€ a testa, direi che è una cifra molto bassa. Ovviamente vi chiederanno di lasciare un documento e un deposito di 50€ che funge da assicurazione in caso di smarrimento della bicicletta. Se alla riconsegna tutto sarà a posto, vi restituiranno i soldi. Bene, ora siete quasi pronti per partire ed esplorare questa fantastica città. Dico quasi perché dovete prestare attenzione ad una cosa prima di salire sul sellino e sfrecciare per i canali. La maggior parte delle biciclette ad Amsterdam non ha il freno a manubrio, bensì a pedale. Questo perché essendo tantissime, è più facile parcheggiarle una di fianco all’altra senza che si ingarbuglino i fili che collegano il freno. Per chi come noi è abituato a frenare manualmente, ci vorrà qualche minuto prima di familiarizzare, perciò state attenti!

itinerario in bicicletta ad amsterdam
Uno dei canali con le imbarcazioni di trasporto passeggeri

Prima parte dell’itinerario

Partite come detto prima, da piazza Dam e vagate inizialmente senza meta. Lasciatevi trasportare dal labirinto di canali e ponticelli che circondano la città. Fermatevi ogni tanto per fare qualche foto caratteristica sopra uno di questi ponti che vi lasceranno incantati. Dopodichè dirigetevi verso il primo luogo simbolo della città: la casa di Anna Frank. Se siete attratti particolarmente dalla sua storia, vi consigliamo di entrare all’interno, dove dal 1960 è stato istituito un museo a lei dedicato. Noi abbiamo deciso di ammirarla solamente da fuori e immaginarci nella nostra testa il periodo nazista in cui Anna Frank e la sua famiglia rimasero nascosti in casa per ben due anni. Proprio quasi di fronte, potete osservare un edificio religioso, la Westerkerk. Questo è un palazzo di culto protestante la cui torre campanaria è la più alta della città, 85 metri. Riprendete la vostra bici e tornate in direzione Dam per andare nel Quartiere a Luci Rosse di De Wallen. Questo è uno dei luoghi iconici di Amsterdam, famoso per i suoi bordelli e i suoi coffee shop dove si può consumare cannabis legalmente. Vedrete molte ragazze in vetrina ma non preoccupatevi, fa tutto parte del quartiere che per altro è molto caratteristico con il suo canale Oudezijds Voorburgwal. Il grande consumo di cannabis è normale, infatti qui troverete tanti ragazzi giovani passeggiare intorno al quartiere.

Seconda parte dell’itinerario

Fermatevi per pranzo intorno alla vicina Oude Kerk, la chiesa più antica di Amsterdam in stile gotico brabantino. Qui ci sono diversi bar dove poter fare una sosta. Con la pancia piena, insieme alla vostra bici che ormai è diventata la vostra migliore amica e guida, raggiungete Begijnhof. Questa è forse l’attrazione più curiosa del nostro itinerario in bicicletta. Non è altro che un complesso di piccole casette che circondano un giardino. L’ingresso è gratuito e una volta entrati rimarrete quanto meno sorpresi. Il nome sta indicare la piccola comunità di beghine (donne che assistevano malati e anziani) che la popolavano. E’ incredibile come entrando, ad un tratto non sentirete più la confusione, ma una pace e tranquillità incredibile. Sembra di essere catapultati in un’altra zona lontana chilometri da Amsterdam. Le case sono tutte tipicamente costruite secondo i modelli dell’Europa settentrionale. Terminata questa visita potete scegliere di proseguire vagando con la vostra bicicletta lungo i canali come abbiamo deciso di fare noi, raggiungendo il piccolo quartiere Nieuwmarkt dove risiede una comunità cinese, dal 2005 fu deciso di scrivere i segnali sia in olandese che in cinese. Se vi avanza tempo, non siete lontani dalla casa di Rembrandt, famosissimo pittore olandese. Come per Anna Frank anche la sua dimora è stata adibita a museo per visitarla.

itinerario in bicicletta ad amsterdam
All’interno del Begijnhof

Conclusione dell’itinerario

Benissimo, si conclude quello che è un itinerario in bicicletta proposto da noi secondo le nostre preferenze. Amsterdam è una città che ha tanto da offrire e un giorno non è abbastanza per godersela del tutto. Se però, come noi, avete programmato di fare una gita e poi tornare in giornata (a proposito, vi invitiamo a leggere il nostro articolo precedente dove parliamo di come raggiungere Amsterdam in bus da Bruxelles), questa può essere un’opzione interessante. Come al solito speriamo che questo articolo sia stato innanzitutto interessante e magari utile per una vostra futura visita a questa bellissima capitale. Alla prossima curiosità di viaggio!

Lascia un commento