LE SPECIALITA DI VARSAVIA

La cucina polacca è particolarmente influenzata dai paesi confinanti come Russia, Germania, Austria e Ungheria. I piatti principali sono a base di carne come uccelli selvatici, cinghiale e carboidrati. La caratteristica sta proprio nell’utilizzo di diverse spezie ed erbe aromatiche come: pepe, noce moscata e ginepro. Non è una cucina leggera per via dei determinati ingredienti che rendono molto corposi i piatti. Noi abbiamo selezionato due portate tra le più tipiche della Capitale cosi’ da offrirvi una personale recensione sulle specialità di Varsavia.

Dove trovare i principali ristoranti

Sono due le zone principali del centro per assaporare i prodotti tipici di questa città. La prima è la Rynek Starego Miasta, la vecchia piazza del mercato e le sue piccole vie limitrofe. La seconda zona è Krakowskie Przedmiescie, la via reale dei principali palazzi storici che termina nella piazza del castello Zamek Krolewski. Di certo le opzioni non mancano, oltretutto vi accorgerete che con il cambio Zloty/Euro, potrete mangiare in ristoranti di medio/alto livello spendendo molto poco. Questo è il vantaggio della Polonia e nonostante Varsavia sia la capitale, la differenza di prezzo con l’Italia si vede notevolmente.

I “Pieroghi”

I Pieroghi sono una specie di raviolo ripieno di media grandezza. Il ripieno può variare: crauti e funghi, patate e formaggio o unicamente formaggio tipico, il bryndza. Sopra questi ravioli viene selezionato un prodotto per accompagnarli. Nella maggior parte dei casi si tratta di pancetta affumicata, talvolta si utilizza lardo o cipolla saltata. I Pieroghi esistono anche in versione dolce, i polacchi sono soliti a gustarli durante le festività natalizie. Il ristorante dove abbiamo avuto il piacere di provarli, si chiama Gosciniec Polskie Pierogi, Podwale 19. Il locale è piccolo ma si percepisce la tradizione polacca all’interno, accompagnata da musica tradizionale leggermente in sottofondo.

Il “Gulasch”

Partiamo dal presupposto che questo piatto non nasce tradizionalmente in Polonia ma in Ungheria. Da qui si diffonde in diversi paesi dell’est Europa come Repubblica Ceca, Austria, Russia e appunto Polonia. Ogni paese ha il proprio modo di cucinarlo, quindi esistono diverse varianti. Sostanzialmente il Gulasch non è altro che uno spezzatino di carne che può essere più o meno brodoso. In Polonia abbiamo assaggiato una versione asciutta, con la carne quasi fritta accompagnato da verdure come peperoni, carote e prezzemolo. Viene accostato da una salsa tipica polacca, fatta anch’essa con il prezzemolo. Assomiglia molto ad una crema di yogurt ma con un sapore quasi neutro.

le specialità di varsavia
Il Gulasch

Wodka

Molti penseranno che sia sbagliato scrivere questa parola che indica uno degli alcolici più famosi in tutto il mondo. Invece in Polonia si scrive con la “W”. Da sempre si è discusso sulla paternità di questo prodotto. Russia o Polonia? In Russia viene scritta “Vodka” come tutti noi la conosciamo, ma in realtà le prime produzioni di questo distillato avvennero nel lontano 1400 a Sandomierz, un distretto polacco. Nel corso dei secoli sia in Polonia che in Russia è aumentata esponenzialmente la produzione, si ha un vero e proprio boom di esportazioni nel 1917 durante la Rivoluzione Russa con Lenin. Oggi gran parte dei cocktail serviti in tutti i bar hanno come base alcolica la vodka. In Polonia, come già parlato nell’articolo che vi invito a leggere “ Un museo della vodka a Varsavia”, ci sono tre importanti marchi. Troviamo infatti la Zubrowka, la Wyborowa e la Ostoya. Vi consigliamo di recarvi in uno dei pub di Nowy Swiat, la principale strada ricca di locali notturni, per assaporare un buon drink a base di wodka.

Si conclude il nostro mini tour attraverso le specialità di Varsavia. Come al solito abbiamo riportato solo le nostre esperienze. La considerazione finale su questa cucina, come accennato precedentemente, è che deve piacere. Non tutti l’apprezzeranno a causa dello svariato utilizzo di spezie e ingredienti dal sapore forte. Noi non l’abbiamo amata ma possiamo dire che è da provare, come ogni cucina che si incontra in viaggio. Speriamo di aver riportato delle informazioni utili e curiose per tutti voi, alla prossima!

Lascia un commento