VADUZ COSA VEDERE IN UN GIORNO

Vaduz è la capitale del Liechtenstein e tra gli stati più piccoli al mondo. Ha infatti una superficie di 160 chilometri quadrati ed è il quint’ultimo paese più piccolo sulla Terra. Visitare Vaduz richiede tranquillamente mezza giornata poiché il centro è davvero piccolo. Noi siamo di Como, vicini al confine svizzero, in macchina sono poco più di 200 chilometri. Per chi abita nelle nostre zone o anche a Milano, può essere una gita alternativa dato che non capita spesso di poter visitare un paese estero e poter tornare in giornata.

Come arrivare a Vaduz in macchina

Veniamo subito al sodo. Se volete visitare Vaduz in giornata il mezzo più comodo e veloce è la macchina ma bisogna fare subito una considerazione. La strada più veloce è attraverso l’autostrada svizzera e si impiegano tre ore circa da Milano. Per usufruire del servizio autostradale svizzero dovete comprare un bollino da applicare sul parabrezza della macchina. Il costo è di 40€, vi permette di guidare in tutta la rete autostradale svizzera per un anno intero. E’ acquistabile in ogni benzinaio appena varcherete la dogana. Non esistono infatti i caselli come in Italia. Passerete quindi dal suggestivo passo del San Bernardino e potrete godere di un paesaggio unico, sia in estate che in inverno. Se invece volete evitare questo pedaggio dovrete guidare lungo la strada normale attraversando la Svizzera verso nord ma il tempo di percorrenza si allunga molto, più di cinque ore. Una volta arrivati a Vaduz, la prima cosa è cercare un parcheggio. Potete arrivare molto vicini al centro dove girando per qualche minuto troverete posto. In diversi parcheggi trovate scritti alcuni numeri che, pensate un po’, corrispondono al numero di targa del proprietario della macchina. Questo vuol dire che li non potete assolutamente parcheggiare. Il costo del parchimetro non è così eccessivo come si penserebbe.

Cosa vedere a Vaduz al mattino

Una volta in centro vi accorgerete subito di quanto esso sia piccolo e la domanda di come sia possibile che questa sia capitale di uno Stato, è più che lecita. Una delle prime cose da vedere è il Rathaus, ovvero il municipio. La struttura è molto piccola e campeggiano fuori tre statue di cavalli. Proseguendo ci si imbatte nel Palazzo del Governo che ospitò il parlamento fino al 2008 ed è costituito dall’architettura più storica e decorativa in neo-barocco. A nostro parere è anche la struttura più bella della capitale. Affianco al palazzo si trova invece il nuovo edificio che ospita il Parlamento dal 2008. La realizzazione è costata ben 42 milioni di euro seppur non sia molto grande. Questo perché sono stati utilizzati dei materiali molto pregiati. Ha una forma a sorta di grande capanna con il tetto a punta e all’esterno si staglia la grande bandiera nazionale, rosso-blù. Subito più avanti troviamo la cattedrale di st. Florinskirche, una bella struttura neogotica che si può visitare anche all’interno. Ci fermiamo per il pranzo che consigliamo al sacco perché il Liechtenstein non ha una sua cucina propria e se volete fermarvi in qualche bar a mangiare qualcosa, vi costerà davvero tanto per i piatti che troverete.

vaduz
Il Palazzo del Governo
vaduz
Il palazzo del Parlamento

Cosa vedere a Vaduz nel pomeriggio

L’ultima attrazione da visitare nella zona del centro è lo Schloss Vaduz, ovvero il castello posto sulle pendici della montagna che domina la città. Ci si arriva con una passeggiata un po’ in pendenza, dove si può ammirare anche il panorama con vista su Vaduz sulle montagne circostanti. Il castello è tutt’oggi residenza dei principi del Liechtenstein, per questo non è accessibile. Viene aperto solamente una volta all’anno in occasione della festa del principato con uno spettacolo di fuochi d’artificio. Dopo aver visitato il castello e questa zona panoramica, scendiamo per riprendere la macchina e ci dirigiamo verso il viale Zollstrasse. Qui alla fine della strada è possibile ammirare il vecchio ponte sul Reno, il fiume che attraversa Vaduz. E’ stato costruito nel 1901 ed è quasi totalmente in legno. E’ vietata la circolazione di automobili o motocicli, è davvero caratteristico perché dall’altra parte del ponte si trova il paese di Sevelen che fa già parte del territorio svizzero.

Considerazioni finali

Questo è ciò che si può vedere in una giornata intera a Vaduz. Come avete potuto constatare non è molto quello che offre questo territorio ma può essere una gita alternativa per chi abita in Lombardia a ridosso del confine. Anche questi sono paesi che meritano di essere visitati almeno una volta perché spesso vengono messi in secondo piano dalla loro poca attrattiva. Bisogna saper andare oltre e provare ad affacciarsi anche a queste piccole realtà.

Lascia un commento