VERONA COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Siamo alla scoperta di una delle città considerate tra le più romantiche d’Italia e la storia dei due innamorati Romeo e Giulietta è quella che più ne ha dato risalto. Come in ogni luogo d’Italia e del mondo, ci sono delle cose da vedere assolutamente e per di più in un solo giorno.Il centro di Verona è totalmente pedonabile e per questo non servono particolari mezzi per spostarsi. Amiamo molto queste città a misura d’uomo dove anche l’impatto ambientale è ridotto al minimo per questo motivo.E’ facilmente raggiungibile in treno attraverso la stazione di Verona Porta Nuova, situata non molto lontano dal centro storico. L’alternativa è la macchina essendoci diversi parcheggi sempre a ridosso del centro. Una zona parcheggi che ci sentiamo di consigliare è quella del Lungadige Porta Vittoria e Lungadige Nicola Pasetto. Qui infatti si trovano molti posteggi a strisce blu dove il pagamento si effettua con il parchimetro e i costi sono relativamente bassi per essere così vicini alla città. Ora sei pronto per scoprire Verona cosa vedere assolutamente.

Cosa vedere a Verona: i primi passi

Lungadige

La prima cosa che incontrate, se avete scelto l’opzione macchina, è il fiume Adige, il secondo più lungo d’Italia dopo il Po.  Passeggiare verso nord o verso sud è indifferente, si può infatti attraversare Ponte Aleardi o Ponte delle Navi per ritrovarsi in un attimo per le vie del centro storico.

Troviamo molto suggestivo camminare lungo gli argini dei fiumi, che danno sempre quel tocco di fascino a città che non affacciano su mari o laghi.

Piazza Bra

Dopo pochi minuti di passeggiata si giunge nel punto nevralgico di Verona. Infatti Piazza Bra, oltre che essere la più grande della città, ospita Palazzo Barbieri ma soprattutto la famosa Arena.

Qui si trova anche un bel parco con diversi alberi e una grande fontana al centro. Sul lato ovest rispetto all’Arena invece troviamo una serie di bar, ristoranti e negozi.

Da vedere assolutamente: l’Arena di Verona

Ci troviamo di fronte ad una delle architetture romane meglio conservate ad oggi in Italia. L’anfiteatro ricorda molto il Colosseo di Roma soprattutto esternamente. A differenza di quest’ultimo però, l’Arena viene ancora oggi utilizzata per diversi eventi.

Durante la stagione estiva viene ospitato fin dal 1913 un festival lirico mentre durante la stagione autunnale e primaverile si assiste a concerti di cantanti nazionali e internazionali.

La sua storia è molto antica, risale al I secolo d.C. e pare che la sua edificazione sia avvenuta sotto l’imperatore Augusto. Diciamo pare perché non ci sono testimonianze certe della costruzione ma solo alcune fonti.

L’Arena fu utilizzata in passato per gli stessi scopi con cui veniva utilizzato il Colosseo, ovvero spettacoli ed in particolare quello degli scontri tra gladiatori.

Le prime opere liriche risalgono già al 1800 con l’opera della Santa Alleanza di Gioacchino Rossini. Come detto all’inizio però, la prima stagione lirica effettiva risale al 1913.

E’ possibile oggi entrare per una visita guidata e perdersi in un luogo unico che solo in Italia e pochi altri paesi possono offrire. Il costo non è del tutto economico, infatti un biglietto vi costerà 10€ senza guida.

verona cosa vedere assolutamente. La parte esterna dell'Arena che ricorda vagamente il Colosseo

Palazzo Barbieri

In Piazza Bra, un’altra cosa da vedere assolutamente è il Palazzo Barbieri, che ospita la sede del comune di Verona. Lo stile è neoclassico e l’imponente facciata esterna non lascia dubbi.

Durante la Seconda Guerra Mondiale fu in parte distrutto a seguito di bombardamenti, ma la sua ricostruzione fu rapida, tanto che il Palazzo venne inaugurato nuovamente nel 1950.

Al suo interno troviamo tre sale principali: la Sala del Consiglio comunale con diverse opere artistiche, la Sala degli Arazzi che prende il nome dalle sue manifatture tessili  ed infine la Sala di Rappresentanza.

La casa di Giulietta

Dopo esserci lasciati alle spalle questa zona, proseguiamo per arrivare in pochi minuti nel secondo luogo iconico più importante di Verona: la casa di Giulietta. Per tutti gli innamorati e non è una tappa obbligatoria. La tragica vicenda amorosa che lega i personaggi di Romeo e Giulietta fu scritta da Shakespeare ed è una delle storie d’amore più conosciute in tutto il mondo.

Ogni giorno tantissime persone si riversano all’interno del piccolo cortile per ammirare il celebre balcone dove si affacciava la bella Giulietta. Sui muri del piccolo arco d’ingresso era solito per i turisti scrivere con un pennarello le proprie iniziali o piccole frasi d’amore.

Molto recentemente però, nell’autunno 2019, è stato deciso dal Comune di ridipingere i muri e multare i trasgressori che vogliono imbrattare questo luogo storico.

All’interni del cortile si trova anche la statua in bronzo di Giulietta ed è nata l’usanza di toccare il seno destro, simbolo di fortuna.

Piazza delle Erbe

La Piazza delle Erbe è la più antica piazza di Verona. Nell’epoca romana è stata centro di vita politica ed economica e oggi vi si trova un mercato ricco di merci perlopiù da parte di venditori stranieri.

Ha una forma quasi rettangolare e gli edifici che la circondano sono davvero tanti. Troviamo infatti Palazzo Maffei, le Case Mazzanti, la Domus Mercatorum e infine il Palazzo della Ragione.

E’ considerata da molti il punto di snodo più importante di Verona e per questo è anche tra le piazze più amate da turisti e cittadini.

Ponte di Castelvecchio

Adesso dobbiamo passeggiare per qualche decina di minuti e recarci appena fuori le mura del centro storico. Raggiungiamo una costruzione medievale davvero interessante, per la precisione il Ponte della fortezza di Castelvecchio.

Si tratta di un ponte ad arco in pietra e cotto la cui lunghezza è di circa 120 metri. Il suo fascino, come in diverse costruzioni medievali, sta nelle mura merlate con feritoie e arricchito anche da capitelli corinzi.

Da non perdere infine Castel San Pietro

Il nostro itinerario su cosa vedere assolutamente a Verona non può concludersi senza un punto panoramico dove poter ammirare la città. Come detto anche nel nostro precedente articolo che vi invitiamo a leggere, in ogni luogo amiamo trovare zone sopraelevate per goderci il panorama.

Attraversiamo di nuovo tutto il centro storico per giungere su un’altra sponda dell’Adige dove troviamo il Ponte di Pietra. Qui durante l’attraversamento è bello osservare alcune bancarelle con salumi e oggetti fatti da piccoli artigiani.

Giunti dall’altro lato della strada troviamo di fronte a noi un vicolo stretto con degli scalini che si inerpicano per la collina. In poco più di cinque minuti riusciamo a raggiungere il colle di Castel San Pietro.

Che dire, da qui la vista su Verona è davvero incredibile ed è proprio questo quello che cercavamo. Il castello non è visitabile internamente ma si può solamente ammirare da fuori. Il perimetro del cortile fuori è delimitato da numerosi pini. Sedetevi sulla parte di muro che delimita il colle e lasciatevi trasportare dal fascino di un panorama che non smette mai di sorprendere.

Il panorama di Verona visto dal colle di Castel San Pietro

Conclusione dell’itinerario a Verona

Come avete potuto vedere, Verona è una città che si presta anche ad una visita in giornata. Quello che serve è solo un po’ di organizzazione ma è possibile godersi i luoghi principali.

Speriamo di avervi fornito una buona proposta su cosa vedere assolutamente a Verona, anche se ovviamente più tempo si ha a disposizione, più cose si riescono a vedere con calma.

Vi salutiamo ringraziandovi se siete arrivati fino a qui, al prossimo articolo!

Lascia un commento