COSA VEDERE IN UN WEEK-END A SIVIGLIA

Siviglia è il capoluogo dell’Andalusia, regione a sud della Spagna e ricca di tradizione, soprattutto influenzata dall’architettura e dalla cultura araba del passato. E’ conosciuta anche per essere una delle città più calde d’Europa e per aver dato vita al Flamenco, una forma di musica e di danza inviadiabile da ogni parte del mondo. Una meta in Spagna che sicuramente, almeno una volta nella, merita di essere visitata. Questo itinerario propone quello che si può vedere se si ha a disposizione un week end

week end
La Torre del Oro lungo il Guadalquivir

La prima giornata

Dopo essere atterrati all’aeroporto di San Pablo, direi abbastanza vicino al centro, dobbiamo trovare un mezzo che ci conduca nella struttura scelta per trascorrere questi giorni. L’unico modo oltre al taxi che ha un costo di circa 25€ (comunque molto economico rispetto ad altre città) è l’autobus che con 4€ circa ci porta in mezz’ora in centro. Posate le valigie iniziamo a conoscere Siviglia facendo una passeggiata per le vie del centro storico. Ci imbattiamo subito nella cattedrale della città ovvero la Giralda, una delle chiese più grandi al mondo e con la particolarità della sua torre campanaria in perfetto stile almohade. Paghiamo 9€ per entrare e fidatevi che ne vale la pena. Con il biglietto è possibile accedere anche alla torre, dalla quale una volta arrivati in cima, si ha una vista spettacolare di Siviglia.

Il pomeriggio

Dopo pranzo scendiamo e proseguiamo per le vie del centro fino ad arrivare lungo il fiume Guadalquivir dove la vista è molto suggestiva. Qui possiamo dirigerci verso Paseo de las Delicias dove troviamo la Torre del Oro, una vecchia torre di controllo militare costruita dal Califfo degli Almohadi. Il costo d’ingresso è di 3€. Da qui possiamo fare un’altra passeggiata di un paio di chilometri verso il centro per raggiungere Plaza de la Encarnaciòn dove è ubicato il famoso Metropol Parasol. Questa è una struttura avveneristica in legno e cemento a forma di pergola, che si erge in pieno centro in mezzo alle abitazioni. E’ davvero particolare l’effetto che creano questi pannelli e lo stacco che ha con il resto che lo circonda. Il costo per salire è anche qui molto economico ovvero 3€.

La prima sera

Mi sento di consigliare la visita verso l’orario del tramonto. Da sopra infatti sembra di essere come sospesi sopra i tetti delle abitazioni e la vista al tramonto è qualcosa di magico. Scendiamo ormai con il buio e dobbiamo trovare qualcosa per mangiare. Qui si ha molto la cultura della tapa e si usa di più mangiare in qualche locale un po’ più alla buona piuttosto che in un ristorante. La differenza ad esempio con Barcellona è che le tapas qui sono veri e propri piatti e non stuzzichini. Tra le più buone consiglio assolutamente tapas di Patatas Bravas con salsa al y oli, Jamon Serrano e Cola de Toro. Approfondirò i piatti nella sezione Piatti Tipici.

week end
Il campanile almohade della Giralda

2° Giorno (mattino)

La mattina seguente ci alziamo e facciamo colazione. Prendiamo tostada con tomate e cafè con leche che qui è molto tipica e quasi tutti i sivigliani sono abituati a iniziare così la giornata. Ci dirigiamo verso Plaza de Espana dove assistiamo anche ad uno spettacolo all’aria aperta di flamenco. Qui infatti non è raro imbattersi anche per le strade in questa danza così tipica e che non può non attrarre chi passa nei paraggi. Arrivati a destinazione si può osservare quella che è una delle piazze più belle e caratteristiche di tutta Europa. Rimarrete incantati dal palazzo a semicerchio che la circonda, che simboleggia l’abbraccio della Spagna ma non solo. Infatti anche dal canale che l’attraversa con la possibilità di guidare una piccola barca a remi sulle sue acque e dai suoi ponticelli sopra il canale. Da qui siamo molto vicini ad un’altra attrazione davvero stupenda che è il Real Alcazar ovvero un palazzo reale che fu residenza dei Mori d’Arabia. Nella zona appena fuori dall’ingresso rimaniamo incantati dai numerosi alberi di mandarini che decorano le strade e le antiche carrozze con i cavalli che fanno sembrare di essere in tutt’altra epoca. Il costo d’ingresso è di 9,50€, un po’ più alto rispetto ad alcune attrazioni, ma anche qui, come per la Giralda, la visita vale il prezzo del biglietto. Pareti con mosaici, giardini interni rigogliosi di piante e piccoli canaletti d’acqua, soffitti alti con cupole decorate, tutto rigorosamente in stile arabo, fanno di questa struttura una delle perle di tutta l’Andalusia. Si può visitare anche tutto il parco esterno ricco di palme e vialetti molto ben curati.

Gli ultimi istanti a Siviglia

Per la piccola parte di pomeriggio che ancora rimane consigliamo di fare una passeggiata verso il Guadalquivir, attraversare il Puente de San Telmo e fare un giro per le vie del quartiere di Triana. Caratteristico per essere un quartiere popolare che ha dato i natali a diversi toreri e ballerini di flamenco. Per concludere in bellezza, lungo Calle Betis che affaccia sul fiume, potete trovare diversi locali dove gustare una cerveza ammirando il tramonto. Queste sono le attrazioni principali che consigliamo di visitare se avete a disposizione poco tempo per fermarvi in città oppure è l’itinerario più utile per chi vuole organizzare un week end. Spero di essere stato d’aiuto e aver dato informazioni utili a chiunque. Grazie e al prossimo viaggio o meglio al prossimo itinerario!

week end
Scorcio interno del Real Alcazar
week end
Il tramonto dal Metropol Parasol

Lascia un commento